Multi Tabbed Widget

venerdì 18 ottobre 2013

Sonic Lost World (3DS/WiiU) - La nostra Recensione


Vi ricordate gli anni di quando Sega e Nintendo andavano a braccetto e sfornavano capolavori su GameCube? Giocare a Sonic Lost World me ne ha portato alla memoria uno in particolare: F-Zero GX. Un brand con svariati anni e capitoli alle spalle che ha saputo rinascere in maniera alquanto sublime e grazie all'unione delle compagnie sopracitate. Questo nuovo capitolo di Sonic, infatti, si apre completamente alle influenze della grande N senza perdere minimamente tutti quei crismi che sono sinonimo del porcospino blu, mascotte di Sega.

Un mondo perduto ma senza dinosauri

Lost World inizia nel pieno di una bagarre tra il nostro animaletto e l'arcigno Dr. Eggman (strano eh). Nella battaglia, i nostri, scoprono proprio l'Esamondo Perduto, quello che sarà lo sfondo di tutte le avventure che vivremo in questo capitolo della serie. I livelli saranno in tutto 7 ognuno con 4 zone da completare per poter proseguire ed altre da sbloccare come extra. Si parte con l'immancabile Windy Hill (ennesima rivisitazione della storica Green Hill presente in ogni gioco di Sonic) ed i suoi prati verdeggianti bagnati dalle cascate (attenti ai soliti piraña a gruppi di 3) ma ci saranno anche zone aride e desertiche, con tanto di templi, nella Desert Ruins o soffici nuvole che ci faranno rimbalzare in aria sulla Sky Road. Ogni livello che affronterete sarà particolarmente caratterizzato per distinguersi dagli altri e tutti saranno una gioia per gli occhi. Il level design raggiunge delle vette assolutamente incredibili: si passa dai livelli a scorrimento orizzontale a sezioni 3D viste da dietro (alcuni frangenti ricordano molto le piste tubolari di F-Zero GX mentre altri le sezioni "planetarie" di Mario Galaxy) per arrivare a livelli in cui controllerete Sonic sospeso in volo come in un tipico sparatutto bidimensionale. Non mancheranno poi i tipici livelli su rotaia dove non dovrete fare altro che saltare al momento giusto per evitare nemici e baratri ma avranno molto spazio anche sezioni "atipiche" come Sonic "palla di neve" o "biglia da flipper".  La realizzazione tecnica di Lost World è sublime senza mai un segno di debolezza anche nella fasi più concitate dell'azione, con il nostro porcospino che viaggia a velocità smodata con un framerate d'acciaio. Gli unici rallentamenti si registrano molto molto spesso nella schermata di caricamento della zona, prima di iniziare a giocare.


Chi fa da sè, fa per sei

Il plot narrativo di Sonic Lost World non brilla di certo per originalità ma rimane comunque una storiella piacevole utile solamente ai fini di costruirci il gioco intorno. Il nostro Eggman, tramite una particolare conchiglia, è riuscito ad ottenere il controllo sui Sei Nefasti (Deadly Six) che sguinzaglierà contro il nostro porcospino preferito. Ci sono lo smilzo, il panzone, la svampita, l'emo, il cattivone ed il maestro Zik (tremendamente somigliante a Shifu di Kung fu Panda) che affrontere come Boss Battle nei vari livelli dell'Esamondo. All'inizio, come già detto, sarà Eggman a controllare i sei di razza Zeti, ma con l'incedere della storia, che si evolverà con brevi cut-scene prima di ogni zona, le carte in tavola si ribalteranno costringendo il dottore ed il porcospino ad una temporanea alleanza strategica. E' da sottolineare la completa localizzazione del gioco nella lingua di Dante con voci non troppo esaltati ma che svolgono in pieno il loro lavoro.



Strega comanda color

Dopo l'apparizione in Sonic Colours, fanno il loro ritorno i Wisps, creature aliene che garantiranno a Sonic un potere specifico della durata di alcuni secondi. Razzo, Laser, Tornado o Trivella sono solo alcuni di essi e saranno utili sia ad oltrepassare determinate sezioni in maniera più agevolata che anche a guadagnare molti Anelli più del normale. Fa la sua comparsa nel gioco anche il parkour, sport di natività francese famoso per la sua spettacolarità: il nostro eroe potrà correre sulle pareti anche saltando da una all'altra ed arrampicarsi alle sporgenze in maniera automatica. Un'altra peculiarità del gioco sono le sfide che potremo completare nel corso del gioco come per esempio raccogliere un tot. numero di Anelli e abbattere un nemico con un attacco caricato al massimo. Come premio riceveremo degli oggetti speciali, simil power-up, che saranno utili ed utilizzabili durante la partita.



Two is megl' che one

Come se non bastasse, Sega ha aggiunto anche una modalità multiplayer per due giocatori con ben tre modalità: Gara a Tempo, Gara per Esperti e Gara Anelli. Per poter giocare in due si avrà bisogno di un Controller Pro (compatibili anche i "vecchi" controller per Wii): il giocatore Uno giocherà la sfida tramite il GamePad mentre il numero Due, utilizzando il suddetto controllo, visualizzerà tutto sullo schermo della TV.  Non si sentiva proprio la manca di una modalità a più giocatori (solo in locale per altro) ma è comunque un'aggiunta, vista la durata non troppo esaltante del single player. Finito lo Story Mode, infatti, non ci sarà altro da fare che rigiocare ogni zona in Time Trial oppure di riviverla in coop, sempre con la stessa accoppiata Game Pad+Controller Pro ma stavolta da vedere per entrambi sul televisore.


Sonic Lost World è una di quelle esclusive che potrebbero far gola agli utenti Microsoft o Sony fans del porcospino di Sega. Il gioco è tecnicamente ineccepibile ed il level design lo innalza ad uno dei migliori titoli di Sonic in circolazione. La durata non troppo eccelsa lascerà un po' di amaro in bocca ai giocatori non-completisti che potranno finire l'avventura in 5-6 ore effettive, vista anche la non eccessiva difficoltà della maggior parte del gioco Sega. L'acquisto di Sonic Lost World è comunque caldamente consigliato, magari per ammazzare l'attesa di Super Mario 3D World.


Voto 8,5/10